Come Pulire l’Argenteria di Casa

Che stress l’argento che si ossida! Interi servizi che in vetrina diventano neri! Un sacco di lavoro per pulirli e… dopo poco siamo daccapo! Purtroppo non esistono metodi che impediscano all’argento di ossidarsi… ma ne esistono alcuni per pulirlo più velocemente!

Il metodo più classico per lucidare l’argenteria è quello che fa ricorso a prodotti specifici in vendita in tutti i supermercati. Spray, gel, salviette. E’ sicuramente il più efficace, perché lucida meglio e lascia sugli oggetti una patina che ne ritarda l’ossidazione. Ma nemmeno questo metodo è definitivo.

Se avete deciso di pulire gli oggetti in vetrina ma non avete in casa un prodotto e il supermercato è chiuso, un buon sostituto è il dentifricio! Potete prendere un po’ di pasta tra le dita e sfregarla sull’oggetto, oppure utilizzare uno spazzolino vecchio. Anche se non si tratta di un prodotto specifico, il dentifricio è abrasivo, quindi state attenti a non abusarne, o rovinerete gli oggetti.

Se invece preferite un metodo rapido, seguite questa procedura. Foderate con la carta stagnola un contenitore abbastanza grande da contenere gli oggetti che dovete lucidare. Fate bollire una quantità di acqua sufficiente a ricoprirli, poi versate l’acqua nel contenitore e aggiungete un po’ di sale. Immergetevi gli oggetti e… la reazione del sale con l’alluminio della carta stagnola lavorerà per voi!

Un metodo analogo utilizza il bicarbonato. Fate bollire una pentola d’acqua, scioglietevi un paio di cucchiaini di bicarbonato e immergetevi gli oggetti, riscaldando nuovamente l’acqua quando si raffredda. Il bicarbonato può essere usato anche per creare, bagnato con un po’ di acqua tiepida, una pasta da spalmare sugli oggetti con un panno in cotone, con movimenti circolari, come se fosse un prodotto.

Lascia un commento