Come Accorciare un Abito Stretch

Se hai un abito stretch troppo lungo non lasciarlo per anni nell’armadio in attesa che torni di moda, basta accorciarlo e potrai indossarlo.

Occorrente
Ago
Filo per imbastitura
Ditale
Gessetto
Forbici
Filo in tinta
Ago da macchina doppio
Macchina per cucire non professionale
Metro da sarta

Con un metro da sarta ed un gessetto segna il primo punto per definire la nuova lunghezza dell’abito. ATTENZIONE: per apporre il primo segno posiziona lo “zero” del metro nel punto esatto dove la spalla e lo scollo dell’abito si incontrano scendendo in parallelo alla linea di centro dello stesso. A questo punto misura la distanza del segno dall’orlo; la stessa misura devi segnarla per tutta la larghezza in modo da ottenere una linea che simula la lunghezza da ottenere.

Con un ago e del filo per imbastitura rimarca i segni del gesso con dei punti lunghi 3/4 cm che ti serviranno come linea di piegatura del tessuto. Taglia ricordandoti di lasciare almeno altri 2 cm che ti serviranno per l’orlo. Non tagliare i due strati di tessuto insieme perchè l’uno trasporterebbe l’altro ed otterresti una lunghezza imprecisa.

Piega l’orlo sul rovescio lungo punti imbastiti precedentemente e fissalo con una nuova imbastitura. Il modo corretto per impugnare il tessuto è tenerlo tra l’indice e il pollice della mano sinistra facendo in modo che l’orlo e il dito indice scorrano in parallelo; in questo modo eviterai l’effetto “slabbrato”.

Terminata l’operazione procedi alla prova dell’abito:se la nuova lunghezza ti sta bene puoi procedere. Stira delicatamente senza far scorrere il ferro ma solo appoggiandolo e staccandolo ogni volta per evitare che il tessuto si deformi prima della passartura a macchina; prima di spostare l’abito aspetta che il tessuto si raffreddi un po’.

A questo punto puoi passare l’orlo a macchia. L’ago doppio è più adatto ai tessuti stretch poichè non “tira”e, mentre sul dritto crea una passatura doppia, sul rovesci rifinisce l’orlo con una cucitura zig-zag che mantiene pressochè intatta l’elasticità dell’abito ed evitando che in futuro si sfilacci o si smagli.

Lascia un commento